Matrimonio in Chiesa

Il matrimonio in chiesa, sebbene negli ultimi anni abbia subito una flessione nel numero complessivo di celebrazioni eseguite, è ancora oggi una modalità che molti scelgono. Di chiese, Roma ne ha tante, tantissime e a elencarle tutte servirebbe un sito a parte: se si decide di celebrare il matrimonio in questo contesto, è bene sapere che è necessario prenotare con anticipo il luogo. Si consiglia di informarsi bene con le diocesi interessate per assicurarsi di avere la chiesa “libera” da altri appuntamenti nel periodo desiderato. Soprattutto in primavera e in estate, c’è il rischio di un affollamento di celebrazioni, tra matrimoni, battesimi e cresime.

Cosa consigliamo

La location

Innanzitutto, organizzare un matrimonio in chiesa significa trovare una location disponibile con largo anticipo, questo proprio al fine di evitare di trovarla già occupata nel periodo delle nozze. Per quanto riguarda l’organizzazione ricordatevi che una volta stabilito il luogo del matrimonio va fatto un sopralluogo nei locali della cerimonia e del ricevimento, perché a seconda del luogo vi verranno fatte delle proposte, che possono spaziare dalla scelta dei fiori (consigliamo, prima di decidere a spron battuto, di informarvi su quali allestimenti sono ammessi e quali no), sino alla scelta di come posizionare tavoli e quali e quante portate servire nello spazio adibito al ricevimento.

L’allestimento

Il matrimonio in chiesa è una delle modalità più chic e raffinate di celebrare le nozze. Gli addobbi non fanno eccezione e rappresentano un elemento essenziale per la buona riuscita dell’evento. Per la decorazione della navata e degli spazi interni della chiesa, potete optare su colori neutri o sul bianco per i fiori. Se preferite, potete alternare composizioni floreali con candele ma attenzione a non esagerare: la chiesa rimane un luogo sacro e si sconsiglia qualsiasi forma di eccesso stilistico. In un matrimonio in chiesa non può certo mancare il lancio del riso: per questo motivo si consiglia di preparare dei sacchettini o dei coni di carta con la porzione di riso da gettare sugli sposi.

La sposa

La scelta dell’abito da sposa è essenziale se si decide di realizzare il matrimonio in chiesa. Essendo un luogo sacro è bene rispettare alcune regole del bon ton senza però rinunciare alle vostre preferenze per l’outfit. In particolare, il vestito dovrà essere sobrio e possibilmente lungo; i tessuti possono essere lavorati e ricamati con qualche inserto di colore o bianco su bianco. Accessori quali orecchini, collane e anelli sono ammessi anche se è bene evitare i più vistosi. Il make up è fondamentale e si consiglia un tipo di trucco naturale, appena accennato, che valorizzi le curve del volto. Lo strascico del vestito è molto apprezzato dalle future spose ma è bene evitare forme troppo lunghe: in quel caso sono necessarie le damigelle.

Matrimoni che fanno tendenza

I ricevimenti di nozze sono di due tipi: i matrimoni di tendenza e i matrimoni che fanno tendenza. E quelli di Exclusivevent vantano numerosi tentativi di imitazione.

Chiudi il menu