Sant’Agata dei Goti

Le chiese e le basiliche per sposarsi a Roma

Indirizzo
Via Mazzarino, 16, 00184 – Roma

Orari
Aperta tutti i giorni ore 7.00-13.00 / 16.00-19.00

Orario Messe
Festivi: ore 9.30
Feriali: ore 7.15 -18.30 Durante la celebrazione della Santa Messa non è possibile visitare la chiesa. Gli orari possono subire cambiamenti. Si suggerisce di verificare contattando la chiesa

Telefono
06 48930456

Fax
06 48913456

Sito web
www.060608.it

La chiesa di Sant’Agata dei Goti si trova nel rione Monti ed è conosciuta anche con il nome di “in Subura” o “in Monastero” o “de Caballo”; questa venne costruita da Flavio Ricimero – console dell’Impero d’Occidente – nel V secolo e decorata con un mosaico absidale avente per soggetto “Cristo sul globo in mezzo ai 12 apostoli” il quale purtroppo venne distrutto nel XVI secolo.

La Santa a cui venne dedicata la chiesa di Sant’Agata dei Goti è una delle martiri più famose nella storia cristiana; essa infatti, durante la persecuzione dell’Imperatore Decio, venne denunciata dal console Quinziano che, essendo respinto dalla donna la fece condannare perché professava il Cristianesimo e per questa motivazione venne arsa viva.

In origine la chiesa di Sant’Agata dei Goti era un luogo di culto ariano che nel 593 fu convertito al cattolicesimo da papa Gregorio I prendendo il nome di “San Sebastiano e Santa Agata”; tra il 795 e l’816, sotto il pontificato di papa Leone III, la chiesa venne sottoposta a dei restauri e fu proprio in questo periodo che venne edificato il monastero benedettino di cui gli ultimi resti furono distrutti nel 1926 a causa della costruzione della Banca d’Italia. In seguito la chiesa subì altri tre restauri: il primo nel 1637, il secondo nel XIX secolo ed il terzo nel 1932.

Francesco Ferrari nel 1729 si occupò di costruire la facciata della chiesa di Sant’Agata dei Goti, la quale è incastrata tra due corpi di fabbrica dell’antico monastero ed è ad ordine unico con due coppie di paraste; sul portale invece troviamo un rilievo risalente al XVIII secolo raffigurante “Sant’Agata tra due cherubini”. Da questo è possibile arrivare ad un quadriportico in cui troverete un museo lapidario con al centro un pozzo cinquecentesco con impressa l’incisione “Semper” e uno stemma mediceo.

Che cosa aspetti? Visita insieme alla tua wedding planner una delle location per matrimoni più belle di tutta Roma, la chiesa di Sant’Agata dei Goti!

Un matrimonio unico, come te

Chiudi il menu