Exclusivevent.it
EXCLUSIVEVENT CATERING ROMA CSS REEL NOMINEE AWARDSEXCLUSIVEVENT CSS REEL NOMINEE AWARDS
(Pinterest - L'Avverasogni Eventi&Matrimoni)

Musica matrimonio: come scegliere la colonna sonora delle tue nozze

Musica per il matrimonio: come scegliere le canzoni più adatte al tuo matrimonio

 

Una componente spesso sottovalutata per la riuscita del matrimonio, e che invece è fondamentale, è senz’altro la musica. Si tratta di una decisione da non improvvisare e prendere per tempo, affidandosi a professionisti del settore, siano essi una band, un Dj, un cantante solista o un duo di musicisti. Quello che conterà per voi e i vostri invitati alla fine delle nozze sarà una cosa sola, il divertimento, ma scegliere le canzoni che faranno da sottofondo potrebbe essere spossante viste le numerose incombenze che devono gestire gli sposi durante l’organizzazione del matrimonio, dalla location ai tableau mariage, dagli abiti alle partecipazioni. Niente panico, però: abbiamo stilato un vademecum per far sì che la musica non diventi la nota… stonata del vostro giorno più bello!

 

Orchestra, Dj o cantante?

Balli sfrenati fino a notte fonda o atmosfera romantica e di classe? Compilation mixate o musica dal vivo? Dalla risposta a questa domanda dipende già una prima scelta chiave. Una sposa che voglia far fluttuare elegantemente il proprio abito principesco dovrà orientarsi verso un’orchestra o un cantante accompagnato da un pianoforte, in modo da donare un’allure vellutata al ricevimento. L’orchestra, da sempre associata ad un matrimonio classico, potrà riservare grosse sorprese riadattando brani contemporanei o colonne sonore di celebri film, e sarà certamente apprezzata dagli invitati con un’età media più elevata. Voce e piano è invece la scelta intramontabile e sempre azzeccata, semplice e versatile, adatta sia a matrimoni eleganti sia a matrimoni meno formali, poiché consente agli ospiti di poter conversare senza alzare la voce ed enfatizza i momenti più emozionanti dell’evento senza essere mai troppo invadente.

Gli ultimi trend in fatto di musica, però, stanno facendo largo alla figura del Dj. Anche qui vi sono due opzioni: un Dj – selettore musicale, che si occuperà di comporre e diffondere la playlist, o un Dj – mixer, che darà un tocco di originalità ai tempi e agli effetti delle canzoni selezionate. Questa soluzione è indicata per gli sposi che, bando alla tradizione, vogliono scatenarsi in pista!

 

Quale musica scegliere per l’entrata in chiesa

Tradizionaliste e non, difficilmente le spose potranno rinunciare a fare il proprio grande ingresso in chiesa senza la celebre marcia nuziale di Wagner. Eppure, una scelta meno convenzionale e altrettanto emozionante è sempre possibile. Avendo a disposizione un organo e un soprano, entrare accompagnata dall’Ave Maria di Schubert renderà il momento toccante e solenne. Inoltre, la musica può essere presente anche in altri momenti della cerimonia, come l’offerta, le firme e l’uscita, orientandosi verso canti ordinari quali il Sanctus et Benedictus o l’Agnus Dei.

 
chiese per sposarsi a Roma, Exclusivevent consiglia 15 chiese dove sposarsi a Roma
 

Che stile musicale scegliere all’ingresso al ricevimento

Un altro momento topico, che merita un degno sottofondo musicale, è l’entrata dei novelli sposi nella location del matrimonio. Gli ospiti sono già tutti lì, in attesa di iniziare la parte più divertente dell’evento, e allora perché non stupirli? Sempre più spesso, le coppie optano per un tocco di originalità, facendosi precedere dai testimoni o dalle damigelle, altri improvvisano una coreografia entrando. Non importa quale sia la scelta della canzone o dello stile, quel che conta è essere certi di renderlo un momento speciale per tutti quelli che hanno supportato la coppia nel lungo cammino. Ecco quindi alcune idee per rompere il ghiaccio.

 

Per un’entrata romantica

Sweet disposition dei Temper Trap: “So stay there/’Cause I’ll be coming over/And while our blood’s still young/It’s so young, it runs”

Marry you di Bruno Mars: “It’s a beautiful night, we’re looking for something dumb to do/Hey baby, I think I wanna marry you / Is it the look in your eyes, or is it this dancing juice/Who cares baby, I think I wanna marry you…”

Love di Joss Stone: “L is for the way you look at me/O is for the only one I see/V is very, very extraordinary/E is even more than anyone that you adore can/Love is all that I can give to you.”

 

Chi vuole stupire può scegliere una colonna sonora

Nuovo Cinema Paradiso (Love Theme) di Ennio Morricone, strumentale

The Portrait, tratto da Titanic, strumentale

Amapola, tratto da C’era una volta in America, di Ennio Morricone, strumentale

Game of Thrones (Main Theme), strumentale

 

Ingresso con canzoni vintage rétro

La vie en Rose, di Edith Piaf: “Il est entré dans mon cœur/Une part de bonheur/Dont je connais la cause/C’est lui pour moi, moi pour lui dans la vie/Il me l’a dit, l’a juré pour la vie”

The way you look tonight, di Frank Sinatra: “Yes, you’re lovely, with your smile so warm/And your cheeks so soft/There is nothing for me but to love you/And the way you look tonight”

Love me tender, di Elvis Presley: “Love me tender/Love me sweet/Never let me go/You have made my life complete/And I love you so”

 

Il primo ballo degli sposi

Il primo ballo da novelli sposi sarà un ricordo indelebile, un’emozione unica e irripetibile; stretti in un tenero abbraccio o lanciati in una sfrenata danza gli sposi non possono sottrarsi all’arduo compito di aprire le danze. Non è obbligatorio scegliere la canzone con cui vi siete innamorati, avrete durante la serata altri momenti per creare l’atmosfera romantica. Ecco alcuni spunti per tutti i gusti pop, rock, classica, italiana, jazz il primo ballo può prescindere dal tema musicale scelto per la serata.

 

l'abito da sposa di Katie Holmes, gli abiti da sposa vip più belli

(www.sposamania.it)


 
Pulp Fiction, Dance Scene. Ok ammettiamolo, siete proprio negati per il ballo… ma c’è speranza anche per voi! Perché non sfruttare la vostra poca coordinazione per improvvisare una scena di ballo come quella celebre tra Uma Thurman e John Travolta in Pulp Fiction? Una precisazione: astenersi timidi!

 

Wonderwall, degli Oasis. Siete nati negli anni ‘80, gli Oasis sono stati la vostra colonna sonora durante gli anni dell’adolescenza e anche se Noel e Liam non suonano più insieme non potete smettere di ascoltare le loro canzoni? Allora questo è il pezzo predestinato ad aprire le vostre danze, non c’è scampo.

 

All of me, di John Legend. Questa canzone moderna e strappalacrime allo stesso tempo, vi permetterà di entrare in connessione sulla pista da ballo e renderà tutti testimoni del vostro amore in una maniera unica. Basterà stringersi in un abbraccio, lasciarsi cullare dalla musica e il gioco è fatto.

 

Boogie Woogie. Il vintage scorre nelle vostre vene e volete immaginare di trovarvi in una balera? Scatenatevi con un boogie woogie e date un tocco folk che gli ospiti difficilmente dimenticheranno, ma in questo caso, poco spazio all’improvvisazione: bisogna arrivare preparati per non sfigurare.

 

Gli errori da evitare: alcuni consigli

Amanti della musica o meno, il giusto sound per le nozze è imprescindibile: una grande band o Dj può fare la differenza tra un matrimonio divertente e uno indimenticabile. Per concludere, quindi, ecco una breve lista di errori da evitare.

Iniziare la cerimonia in silenzio

. Gli invitati arrivano molto tempo prima degli sposi e l’attesa, senza un sottofondo, può sembrare ancora più lunga. Consigliamo quindi di far partire la musica almeno 20 minuti prima dell’ingresso degli sposi.

Saltare il sound check

 No, non è un eccesso di pignoleria e non si fa solo prima di un concerto. Effettuare un test prima dell’evento aiuterà la band o il Dj a garantire la migliore performance il grande giorno.

Rendere impossibile parlare

Tutti vogliono divertirsi e magari scatenarsi ad un matrimonio, ma certamente gli invitati vorranno poter parlare tra loro senza gridare. La qualità dell’acustica delle location e la disposizione dei tavoli per il catering spesso possono influenzare notevolmente la resa delle musiche scelte per il matrimonio. Come regola generale tenete in considerazione che deve esser sempre bandita la musica ad un volume eccessivo, soprattutto quando si è seduti a tavola a mangiare.

 

Scegliere una canzone troppo lunga per il primo ballo

Il matrimonio vede protagonisti gli sposi, ma non ci si può dimenticare dei propri ospiti. Un primo ballo troppo lungo rischierà di passare da emozionante a noioso. Attenzione quindi a non scegliere una canzone che duri più di tre o quattro minuti.

Scegli il meglio, scegli Exclusivevent

Contattaci